domenica 12 febbraio 2012

...andare oltre il bianco

....chiudere gli occhi e vedere altri colori. andare al di là del bianco, del colore della neve e vedere la luce blu del mare. la luce gialla del sole. la luce verde dei pini. la luce rossa del corbezzolo. vorrei tendere una fune tra una collina e l’altra. avanzare passo dopo passo come una funambola. senza cadere. vorrei essere come Soseki un anziano pittore che vive a sud del Giappone e possedere l'arte assoluta...

“Perché in realtà per Lei la cosa più difficile non era mantenersi in equilibrio, e nemmeno dominare la paura, e tantomeno camminare su quella fune infinita, su quel filo di musica intervallata da vertigini abbacinanti. La cosa più difficile, quando avanzava nella luce del mondo, era di non tramutarsi in fiocco di neve.”
 “Scrivere è avanzare passo dopo passo, pagina dopo pagina, sul cammino del libro. il difficile non è elevarsi dal suolo e mantenersi in equilibrio sul filo del linguaggio, aiutato dal bilanciere della penna. Non è neppure andar dritto su una linea continua e talvolta interrotta da vertigini effimere quanto la cascata di una virgola o l’ostacolo di un punto.  No, il difficile, per il poeta , è rimanere costantemente su quel filo che è la scrittura, vivere ogni ora della vita all’altezza del proprio sogno, non scendere mai, neppure per qualche istante, dalla corda dell’immaginazione. In verità, il difficile è diventare funambolo della parola."

Ci sono due specie di persone.
Ci sono quelli che vivono, giocano e muoiono.
E ci sono quelli che si tengono in equilibrio sul crinale della vita.
Ci sono gli attori.
E ci sono i funamoboli.
Il freddo è acuminato
Bacio un fiore di prugno
In sogno
Haiku di Soseki

Neve di Maxcence Fermine - Bompiani

6 commenti:

  1. bellissimo post Carla!
    magica atmosfera, candida ed immacolata...splendide foto.
    notte
    simonetta

    RispondiElimina
  2. il cameriere errante
    il blog per i camerieri che hanno qualcosa da dire...http://ilcameriererrante.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. Ciao, se passi a dare un occhiata nel mio blog c'è una cosina per te ;-P !!
    P.S. Bellissime le foto che hai fatto dei paesaggi innevati!!!

    RispondiElimina
  4. giardinofiorito19 febbraio, 2012

    E' un libro che da tempo voglio leggere...
    Che bellezza i tuoi paesaggi sotto la neve!Buona domenica
    guglielmina

    RispondiElimina
  5. Foto stupende.
    E stupenda l'idea di atmosfera che riescono a richiamare nel guardarle.

    RispondiElimina
  6. Ciao Carla, ho appena scoperto il tuo blog e mi sono dovuta fermare perché ho visto la foto dell’opera di Haiku “Neve”, per me un capolavoro. Ho letto questo libro 4 o 5 anni fa a Cortina, me l’ha regalato una persona alla quale adoro e mi ha fatto scoprire una cultura che proprio non conoscevo. Questi haiku sono stupendi perché nascondono in poche parole grandi messaggi. Grazie per ricordarmelo e complimenti per le magnifiche fotografie che hai inserito nel post, il bianco è sempre sinonimo di serenità e pace.
    Sara M.

    RispondiElimina